Consulenza Adwords: cosa è necessario sapere e pretendere da un Consulente specializzato in Adwords


Perché richiedere una Consulenza Adwords con uno specialista

Se hai una ditta, una piccola impresa o comunque un sito web per la tua attività da libero professionista, sicuramente ti sarà capitato di sentir parlare di Adwords e magari avrai pensato di chiamare un Consulente Adwords. Ci sono però alcune cose che devi sapere, così da poter verificare che il consulente faccia un buon lavoro e non butti via i tuoi soldi. Iniziamo dal principio: Google Adwords è la piattaforma, offerta da Google, tramite cui puoi pubblicizzare tramite annunci o video la tua attività. Un elemento fondamentale da sapere è che Adwords non è solamente pubblicità sui risultati di ricerca ma anche su siti partner, Rete Display (ovvero siti terzi che affittano spazi delle loro pagine per l’inserimento di annunci in cambio di una remunerazione), pubblicità Video su Youtube ed ora anche su Gmail tramite Native Ads (questa è una novità degli ultimi mesi).

Scegliere come impostare la campagna e quali canali usare  (Ricerca, Display o perfino Youtube) non è facile perché ogni canale risponde a bisogni diversi; per questo la maggior parte delle Piccole Imprese (che spesso non può assumere uno specialista a tempo pieno con un contratto da dipendente), preferisce rivolgersi  a consulenti che gestiscano l’account Adwords, elaborino campagne (progettate per rispondere specificatamente ai bisogni di quell’azienda) e le conducano e aggiustino in corso d’opera nel caso fosse necessario.

 




 

Incontro col Consulente Adwords e studio preliminare

La prima cosa da fare quando si vuole elaborare una strategia pubblicitaria Online è assolutamente incontrarsi col Consulente (di persona oppure tramite video-conferenza). Questo primo incontro è fondamentale sia per il cliente sia per il consulente.

Questo primo incontro è utile per il cliente per capire, a grandi linee, quali siano i canali pubblicitari utilizzabili tramite Adwords e ridimensionare aspettative e costi. Spesso infatti il committente non ha idea di quali possano essere i prezzi, oppure quali siano le linee guida che sono alla base a delle campagne pubblicitarie Online; in Veneto, e nella Provincia Di Padova in particolare, ad esempio molti piccoli imprenditori sono ancora legati a vecchie idee di volantinaggio o passaparola e conoscono il funzionamento solo di quei mezzi, mentre non hanno idea di come funzioni il Marketing e la pubblicità online. Per questo decidono (o almeno dovrebbero) di rivolgersi ad un Consulente Adwords.

L’incontro è necessario anche per il Consulente per capire quali obiettivi, il committente vuole raggiungere e soprattutto se sono ben allineati con la realtà del mercato. In certi casi può anche essere che il Cliente stesso non abbia esattamente idea di cosa vuole raggiungere; ad esempio molti imprenditori non hanno idea se vogliono: brand awareness, generazione a breve termine di più vendite, generazione di un pubblico che venga in un primo momento attirato verso l’attività e che si trasformi solo in seguito in clienti paganti tramite processi di lead nurturing, oppure raggiungere utenti che hanno già visitato il sito tramite il Remarketing. E’ compito del consulente capire (o far capire) quali possano essere gli obiettivi di una campagna.

E’ necessario anche capire di quanto budget il cliente disponga: non ha senso proporre, nella fase successiva, campagne che prevedono budget troppo alti per il portafoglio del cliente specifico. Non solo si spaventa il cliente (che può pensare che il Web Marketing “non vada bene” per la sua attività), ma si perderebbe solo del tempo perché materialmente non si avrebbero le risorse finanziare per intraprendere un progetto del genere. In molti casi è anche necessario capire quale sia la nicchia di mercato, in cui cliente si pone o si vuole porre.

Immagine astratta di una Consulenza Adwords

Se sei un imprenditore e ti sei rivolto ad un consulente che non vuole avere un incontro iniziale, NON FIDARTI! Ogni bravo consulente in web Marketing, dovrebbe proporti (di sua iniziativa) di discutere insieme in maniera preliminare COSA vuoi raggiungere (gli obiettivi delle campagne), di cosa tratta la tua attività, qual’è la TUA NICCHIA di mercato  e quant’è il tuo budget iniziale.

 

Studio di Fattibilità, Individuazione della nicchia di mercato e Analisi della concorrenza

Come seconda fase è necessario analizzare la situazione del mercato, della concorrenza e della fattibilità (anche in relazione a quanto il cliente è disposto ad investire e a quante possibilità abbia).

L’analisi del mercato serve a determinare se la nicchia di mercato in cui il cliente vuole posizionarsi sia sufficiente a sostenere (in termini di potenziali vendite) gli investimenti pubblicitari e se ci sia una richiesta per quel tipo di prodotto. Nel caso tu cliente, non abbia già in mente come vuoi posizionarti sul mercato, allora è necessario stabilirlo insieme al concorrente. Ogni volta che noi di PADOVA DIGITALE incontriamo un cliente, cerchiamo sempre di capire come un nostro cliente si posizioni nel mercato, o come voglia posizionarsi. L’analisi non deve fermarsi semplicemente a questo, ma deve anche tenere conto di quanto sia fattibile raggiungere obiettivi minimi di vendita col budget del cliente. Per questo noi la definiamo anche in un certo modo uno “studio di fattibilità”.

L’analisi dell’interesse del pubblico per una certa categoria di prodotti deve essere effettuata con strumenti appositi. A questo proposito Google offre due strumenti utilissimi: Google Trends e Google Keyword Planner (che è integrato in Adwords). Con Google Trends è possibile visualizzare in maniera veloce i trends di ricerca e vedere quanto un particolare termine di ricerca è usato in relazione al volume di ricerca totale; con Google Trends inoltre è possibile individuare fenomeni particolari (come i picchi stagionali per certi prodotti particolari). Ti parleremo dei picchi stagionali per certe categorie di “prodotti speciali”, nel prossimo articolo. Tornando però all’argomento principale, con Google Keyword Planner è invece possibile vedere velocemente il volume di ricerca per determinate parole chiave e valutare quanta concorrenza ci sia per gli annunci sponsorizzati. Questo serve per misurare la domanda CONSAPEVOLE per prodotti o servizi; questo perché sono gli utenti ad inserire le parole chiave consapevolmente, perché sono alla ricerca di informazioni, prodotti o servizi specifici (spesso perché hanno già un “problema” su cui un marketer deve far leva).

Dopo aver misurato la fattibilità del progetto, viene spesso anche effettuata un analisi della concorrenza per capire quali siano le strategie adottate dai concorrenti, quali le più efficaci su quel tipo di pubblico e quali invece sono già risultate inefficaci; in questo modo è anche possibile imparare da eventuali errori passati dei concorrenti o capire a quali tecniche quel determinato pubblico sia più recettivo.

Dopo aver informato il cliente con report specifici sulle analisi precedenti, è possibile mettersi a lavorare nello stilare ed individuare nel dettaglio le parole chiave (se si vuole pubblicizzare tramite Rete di Ricerca) oppure i Posizionamenti (se si usa la Rete Display) che verranno utilizzati nelle future campagne.

 

 

Ideazione e conduzione delle Campagne

Adesso arriva la parte centrale del lavoro del Consulente Adwords: il consulente dovrà creare (anche in base a ciò che è stato concordato con voi committenti ed all’analisi del mercato) le campagne su Adwords e gestirne la conduzione.

Si tratta non solo di individuare le parole chiave, o i posizionamenti, ma anche localizzarle geograficamente (se il business ha solo un raggio d’azione locale). Dovrà poi creare degli annunci e delle Landing Page (ovvero delle pagine di destinazione). Nella Maggior parte dei casi, gli annunci devono essere puntati verso pagine create appositamente che seguano regole specifiche e che siano estremamente attinenti al testo dell’annuncio. Maggiori informazioni sulle Landing Page le potete trovare sulla nostra pagina Web Marketing, oppure potete visionare una Squeeze Page progettata per raccogliere iscritti. Ovviamente queste pagine (le Landing page) dovranno essere create appositamente per quelle campagne. Noi di PADOVA DIGITALE usiamo Getresponse sia per creare Landing page, sia per gestire le Newsletters e i risponditori automatici.

A questo punto voi clienti dovrete anche assicurarvi che il Consulente controlli periodicamente l’andamento delle campagne Adwords, le loro performance  e se necessario le corregga nel caso si rivelino assolutamente inefficaci o con tassi di conversione bassissimi.

 

Report Finale

Alla fine delle campagne pubblicitarie (nel caso siano state impostate delle date esatte di conclusione), è anche importante valutare quanto performante è stata la campagna/e. Solitamente viene fornito un report, tratto dai grafici forniti da Google Adwords, che mostri il numero di conversioni, clic e impressioni.

Nel caso invece che le campagne siano continuative nel tempo (senza che sia prevista una data di conclusione esatta)  e di lunga durata, allora un bravo Consulente Adwords dovrebbe fornirvi aggiornamenti periodici sull’andamento della campagna/e. Nel caso non dovesse farlo, fatevi sentire!

 

E dopo la conclusione della campagna? The End ….?

Lo scopo di questo articolo era farvi capire cosa voi cliente potete (e dovete pretendere) da un Consulente Adwords, nel caso voleste avviare campagne pubblicitarie. Come avrete potuto capire, se siete a digiuno di Marketing (e soprattutto non avete alcuna idea dei meccanismi dietro Google Adwords) la cosa migliore è rivolgersi ad un Consulente, che vi saprà consigliare al meglio e soprattutto potrà dedicarsi alla progettazione e conduzione di campagne senza tralasciare alcun dettaglio. E’ comunque importante che anche voi clienti capiate in cosa consista una campagna Adwords e pretendiate dal vostro consulente aggiornamenti costanti e risultati misurabili.

Se sarete soddisfati dell’esito della campagna potrete valutare se prolungarla, crearne una diversa (con obiettivi commerciali diversi) o sperimentare con altri canali. Altrimenti se il vostro consulente lo riterrà appropriato potrà continuare con lo stesso target o parole chiave, ma creando nuovi annunci o migliorandoli (dopo aver imparato dalle criticità o problematiche presenti nella precedenti campagne).

Anche se ti dovrai affidare ad un professionista, è comunque importante che anche i singoli imprenditori abbiano un infarinatura di base di Adwords, per capire cosa se ne può trarre e quali siano i vantaggi e gli svantaggi di questa piattaforma. Se vuoi una guida utile ed un infarinatura ti consiglio il seguente libro: “Google AdWords. La guida definitiva” di Perry Marshall e Bryan Todd. Ha un paio d’anni, ma è assolutamente una delle migliori guide disponibili in Italiano, specifica solamente su Google Adwords. Lo puoi anche acquistare direttamente da Amazon facilmente dal seguente bottone:

 

Come avrete potuto immaginare, il metodo, descritto in questo articolo, è lo stesso che noi usiamo per i nostri clienti. Se dovessi aver bisogno di consulenze Adwords (per piccole imprese o per la tua attività da libero professionista), non esitare a contattarci. Ricordati inoltre di condividere l’articolo!

Commenti facebook
Condividi:
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *